Sicurezza alimentare

Con la globalizzazione dei mercati, la libera circolazione delle merci e l’affinamento delle tecniche di sofisticazione, a partire dalla fine degli anni ’90 si è dovuto far fronte a gravi situazioni di emergenza per la salute pubblica (BSE, diossina, influenza aviaria,…).

È in questo contesto europeo che nasce una nuova sensibilitá dei consumatori verso le garanzie di salubritá che devono essere offerte non solo dagli alimenti diretti all’uomo, ma  anche da quelli destinati agli animali, al fine di vigilare sull’intera catena alimentare e commisurare l’evoluzione tecnologica e le esigenze del mercato con la più alta garanzia di tutela dei consumatori.

Il nuovo quadro normativo comunitario nasce dal Libro Bianco del 2000 sulla sicurezza alimentare e, passando attraverso le norme sull’igiene e le disposizioni nazionali di recepimento, giunge fino ai giorni nostri in cui concetti come “rintracciabilità” e “sistema di allarme rapido per alimenti e mangimi” non sono più appannaggio dei soli addetti ai lavori.

Normativa comunitaria

  • Reg. (CE) n. 178/2002 “che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare”

  • Reg. (CE) n. 852/2004 “sull’igiene dei prodotti alimentari” (vedi rettifica)

  • Reg. (CE) n. 853/2004 “che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale” (vedi rettifica)

  • Reg. (CE) n. 854/2004 “che stabilisce norme specifiche per l’organizzazione di controlli ufficiali sui prodotti di origine animale destinati al consumo umano” (vedi rettifica)

  • Reg. (CE) n. 882/2004 “relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali” (vedi rettifica)

  • Dir. (CE) n. 2004/41 “che abroga alcune direttive recanti norme sull’igiene dei prodotti alimentari e le disposizioni sanitarie per la produzione e la commercializzazione di determinati prodotti di origine animale destinati al consumo umano e che modifica talune direttive” (vedi rettifica)

Normativa nazionale

  • D.lgs. 5 aprile 2006, n. 190 “Disciplina sanzionatoria per le violazioni del regolamento (CE) n. 178 che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare”

  • D.lgs. 6 novembre 2007, n. 193 “Attuazione della direttiva (CE) n. 2004/41 relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore”.